Questo sito utilizza i cookies per il funzionamento. Cliccando su Ok ne consenti l'utilizzo

Stampa questa pagina

Nel nome di chi #pedalaognigiorno

Domenica, 12 Aprile 2015 23:05

La notizia di un ciclista a capo del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha scosso in maniera flebile il mondo della mobilità nazionale. Graziano Del Rio, ex sindaco di Reggio Emilia, ciclista e fautore di una città aperta alla mobilità sostenibile, è ora a capo di quel Ministero che dovrebbe avere il potere di rendere l’Italia un paese diverso.

 

Ma si sa, noi italiani siamo abituati a tutto  e al contrario di tutto, senza aspettarci nulla da chi arriva a governare, perché troppe volte smentiti da leggi inutili e provvedimenti dannosi per il paese e le sue infrastrutture. Così rimaniamo in attesa, acquattati dietro l’angolo, stretti al nostro vecchio sellino in cuoio, in attesa di scoprire se il nuovo ministro sia bufala nazionale o ciclista mobile.

 

In questa fervida attesa il lavoro continua, sulle strade, in quei luoghi che rappresentano l’arteria vitale del movimento e della socialità. Un lavoro che è sempre più costruzione e scoperta positiva.

 

Fiab rimane in prima linea, per rappresentare chi ogni giorno sceglie la strada libera dalle auto; sceglie gli spazi condivisi; sceglie un nuovo modo di vivere la città.

 

Quella città fatta di strade, che rappresentano il più antico social network esistente. Un fluire ininterrotto di persone e di idee che da sempre si sono incontrate nello spazio comune della realtà urbana, nel grande fluire delle vie di comunicazione.

 

Uno spazio soffocato dalla mobilità aggressiva, violenta, studiata per trovare nell’automobile l’unica soluzione agli spostamenti dei singoli. Così  questo primordiale social network si è trasformato in una stanza isolata, nella peggiore espressione della solitudine e della nevrosi.

 

Siamo qui, su quella strada, per ritrovare quel contatto, per restituire una voce a quell’antico fluire di idee e pensieri che ci rende persone. Nel nome di chi ha scelto questo andare comune, di chi sceglie di pedalare ogni giorno, per ridare un volto ai nostri spazi urbani, per costruire la via della mobilità nuova.

 

Stare dalla parte di Fiab significa scegliere questa missione, essere componente attiva in questo grande progetto. Ogni gesto di sostegno è per tutti noi un gesto di partecipazione, una scelta di campo che ci rende attori in questa rivoluzione.

 

Pedaliamo ogni giorno, scegliamo la Fiab.

Ultima modifica il Domenica, 12 Aprile 2015 23:17